Ti trovi in: Home Page / News

BILANCIO LUSINGHIERO PER IDEA NATALE

01/12/2015

Il giusto mix tra commerciale, sociale e culturale

NELLA RIUSCITA DI IDEA NATALE 2015,  IL GIUSTO MIX TRA COMMERCIALE,  SOCIALE E CULTURALE
 
Idea Natale,  con le sue due principali sezioni, la consolidata Idea Solidale e la nuova LibrINsieme,  si è appena conclusa nei padiglioni di Udine Fiere: il bilancio è lusinghiero e lo sguardo dei promotori è già rivolto con attenzione al futuro della manifestazione espositiva.
 
                          
 
«Senza inutili trionfalismi, ma con tante attestazioni di interesse e di condivisione da parte del pubblico e degli espositori stessi – commenta Luisa De Marco, Presidente di Udine e Gorizia Fiere - possiamo affermare che la scommessa che avevamo fatto è stata vinta portando quel qualcosa di più e di nuovo che noi, organizzatori di fiere, dobbiamo sempre di innestare anche su eventi consolidati, come lo è Idea Natale con 27 edizioni alle spalle. Abituare, o forse è meglio dire, stimolare, il grande bacino di pubblico, mosso dalle nostre manifestazioni, a considerare e percepire l’evento fieristico come qualcosa di vivo, di costruttivo, di utile e di piacevole, al di là dell’acquisto, è fondamentale. Altrettanto fondamentale è progettare e realizzare il cambiamento con i partner e le esperienze più giuste e anche in questo caso, le sinergie messe in atto sono state vincenti. Il che può e deve far riflettere sul significato di lavorare insieme per obiettivi condivisi e con benefici che ricadono su tutto il territorio e oltre».
Istituzioni importanti come la Fondazione Crup, co-organizzatore della manifestazione, e come la Provincia di Udine che ha concretamente sostenuto la parte espositiva Idea Solidale dedicata al Terzo Settore  esprimono soddisfazione per i risultati raggiunti. 
«Le 50 associazioni del terzo settore hanno usufruito di un’importante occasione di visibilità, data anche grazie alla rinnovata e più accattivante grafica degli stand coordinati dalla Provincia  - afferma Elisa Battaglia, assessore provinciale alle politiche sociali - :  coop sociali, associazioni di volontariato, università della terza età hanno messo in vetrina le loro realizzazioni ma soprattutto presentato le loro importantissime attività in seno alle comunità. Queste realtà svolgono una preziosissima funzione sociale in quanto si affiancano alle pubbliche amministrazioni nella gestione ma anche nell’integrazione di persone con disabilità, giovani provenienti da diverse aree del disagio sociale e anche anziani. Idea Solidale è stato anche quest’anno un doveroso omaggio al terzo settore; i tanti visitatori che hanno affollato il quartiere fieristico in questo weekend hanno senza dubbio apprezzato le loro creazioni e, acquistando le strenne da loro confezionate, hanno compiuto un piccolo ma significativo gesto per aiutare i più svantaggiati e reso il Natale in fiera un’occasione per essere vicini al prossimo».
Grande successo per la nuova iniziativa LibrINsieme: quaranta case editrici trivenete in esposizione, oltre 22mila libri da scoprire e sfogliare nei padiglioni 8 e 9 , cinquanta appuntamenti in quattro giorni, un centinaio circa di protagonisti che si sono raccontati al pubblico, alcuni dei quali – come lo scrittore Mauro Corona -  hanno scelto proprio LibrINsieme per l’anteprima assoluta del loro nuovo lavoro: promosso dalla Fondazione Pordenonelegge.it con Udine e Gorizia Fiere LibrINsieme ha evidenziato un ottimo gioco di squadra e per un lungo week end è diventato la casa del vivacissimo microcosmo di autori, editori, librai e lettori del nord-est. 
 
 
«Salutiamo questa prima edizione consapevoli di un bilancio sin d’ora più che positivo - commenta Giovanni Pavan, Presidente della Fondazione pordenonelegge – Molti i punti di forza riscontrati in questi giorni: certamente il settore degli appuntamenti per ragazzi, che ha grandi margini di crescita, così come il cartellone legato agli incontri di narrativa e attualità, che ha registrato grande pubblico e riservato un’affettuosa accoglienza ai maggiori protagonisti: come Daria Bignardi, Paolo Maurensig, Tommaso Cerno, Lirio Abbate e come il nostro testimonial inaugurale, Mauro Corona. Altrettanta soddisfazione abbiamo registrato in questi giorni da parte degli espositori dislocati nei due padiglioni di Udine Fiera: un aspetto determinante per LibrINsieme, che nasce nel segno del libro e si propone di declinarlo dalla saggistica alla narrativa, dalla poesia al fumetto, passando attraverso la letteratura per l’infanzia e i ragazzi. Settore, questo, che si profila target privilegiato del nostro lavoro in vista dell’edizione 2016.
 
Molti i versanti su cui lavorare per potenziare l’evento e avvicinarlo al pubblico e agli operatori friulani - osserva Gian Mario Villalta, direttore artistico di pordenonelegge -  in quest’ottica ci proponiamo di intensificare il dialogo con le realtà e le associazioni di riferimento sul territorio. LibrINsieme nasce per valorizzare editori e autori del territorio, nel confronto sempre fecondo con le case editrici nazionali e i grandi nomi cari ai lettori: formula che intendiamo confermare nel 2016 e che cercheremo di alimentare con l’apporto dei protagonisti del dibattito culturale e letterario in Friuli». 
 
 
 
 
 

Indietro